/0376
Fidia 1

L’immobile di proprietà di Prelios SGR è situato in una posizione strategica di Milano, in un’area caratterizzata da grandi trasformazioni urbane.

L’edificio si trova in adiacenza ai quartieri di Garibaldi, Porta Nuova e Isola, che sono diventati un perfetto connubio tra identità cittadina e visione europea, e allo Scalo Farini, oggetto di un importante progetto di riqualificazione. L’area sta riscontrando grande interesse ed è volta a diventare un catalizzatore per molte importanti aziende internazionali che la scelgono come luogo dove stabilire le proprie sedi di rappresentanza.

Il concept  progettuale garantisce la massima valorizzazione nei limiti della sostenibilità ambientale, della fattibilità tecnica ed economica in linea con le più recenti realizzazioni milanesi e in stretta continuità con il contesto. L’intervento proposto coordina una serie di temi progettuali sviluppati e accompagnati da verifiche preliminari impiantistiche, strutturali, di prevenzione incendi che ne supportano la fattibilità.

La valorizzazione dell’edificio si attua attraverso i seguenti temi: ottimizzazione delle superfici esistenti; immagine dell’edificio fortemente contemporanea e attrattiva; nuova hall funzionale, ampia e di grande effetto scenografico; aree esterne di valore architettonico fruibili da privati e pubblico; nuovi spazi retail al piano terra; nuovi spazi per ufficio di grande qualità ambientale e con accesso diretto alle terrazze con vista esclusiva sulla città; massimo comfort ambientale con l’obiettivo di ottenere un edificio in Cat A con certificazione minima LEED Gold e BREEAM Very Good.

 

SITO

Piazza Fidia 1, Milano | Italia

DATA

2020

SUPERFICIE

42.800 MQ

CLIENTE

PRELIOS SGR

TIPO DI LAVORO

Concept per concorso di progettazione

PARTNERS-IN-CHARGE

Antonio Gioli, Federica De Leva

TEAM DI PROGETTO

Silvia Turati, Chiara Tesoro, Antonio D'Ambrosio

Il nuovo edificio è di grande impatto scenografico

Il vecchio edificio, rivestito in pietra e intonaco, è stato costruito nel 1968; nel 2011 è stato sottoposto a una ristrutturazione completa degli interni, mentre la facciata è stata mantenuta nel suo stato originale.

Le facciate esistenti presentano un’immagine poco qualificante e distintiva dell’immobile con aperture inadeguate a garantire un giusto apporto di luce naturale all’interno come invece richiesto dai nuovi standard per gli spazi di lavoro contemporanei.

Si è quindi optato per un intervento risolutivo di demolizione e ricostruzione degli elementi strutturali portanti perimetrali e la creazione di un nuovo involucro totalmente vetrato capace di dare un’immagine contemporanea e attrattiva all’edificio con caratteristiche prestazionali ormai imprescindibili quali: alti livelli di efficienza energetica, qualità interna in termini di luce e visibilità, modularità atta a garantire la massima flessibilità nell’allestimento interno degli spazi di lavoro.

Facciata di tipo A su strada (a sinistra) e di tipo B sulla corte interna (a destra).

Le nuove facciate che si aprono sulle terrazze rispondono all’esigenza di massima trasparenza per garantire dall’interno dell’edificio la visuale sugli spazi esterni a terrazza e sul panorama circostante.

Il sistema a cellule è pertanto dimensionalmente uguale a quello della facciata interna ma privo di schermature.

il progetto prevede il ridisegno della corte come piazza pubblico/privata con qualità interna in percorsi di accesso e attraversamento integrati a quelli preesistenti in modo da consentirne una fruizione allargata e a supporto delle nuove funzioni commerciali inserite ex novo nel basamento

La hall, nella nuova configurazione planimetrica dell’edificio, è stata ricavata in posizione baricentrica con doppio accesso da Via Cola Montano e dalla corte interna rafforzandone l’identità e il carattere di rappresentanza.

La nuova ampia hall passante crea una continuità visiva dall’esterno alla corte interna. Lo spazio interno gode di una peculiare qualità ambientale conferita dalla doppia altezza e dall’illuminazione naturale proveniente dagli ampi fronti vetrati. Lo spazio pertanto risulta fluido e dilatato, una perfetta cerniera tra gli spazi esterni e punto di accesso di rappresentanza per le aree ufficio.