BASILICA DI S. EUSTORGIO 

Sito: Milano, Italia

Data: 1998/1999

Superficie Facciate esterne: 1600 mq

Tipo di lavoro: Progetto definitivo, progetto esecutivo, direzione lavori, misura e contabilità

La volontà di riqualificare il complesso di S. Eustorgio con interventi atti a restituire dignità e utilità ad un monumento che ha ospitato nel tempo numerosi eventi storici e artistici di grande importanza, era da tempo nelle intenzioni della comunità parrocchiale ma si è potuto concretizzare solo nel 2000 grazie ai contributi ricevuti per il Giubileo. La Basilica sorge sull’area di un cimitero paleocristiano di cui si conservano ancora le tracce. Al suo primitivo nucleo, progressivamente ampliato ed arricchito, si sono affiancati nel corso dei secoli nuovi edifici. Sul fianco nord della chiesa sorgono i chiostri del  grande convento Domenicano e  dietro l’abside,  collegata  alla Basilica dalle cappelle solariane, si trova la Cappella Portinari (1466) edificio di eccezionale importanza artistica ed architettonica e primaria meta turistica cittadina.

L’idea guida di tutto il progetto è stata la riqualificazione degli ambienti monumentali, gravemente compromessi dalle complesse vicende storiche, attraverso la creazione di un percorso museale unitario con la sistemazione delle raccolte di tele, oggetti preziosi ed arredi negli ambienti riqualificati e con la predisposizione di accessi e percorsi indipendenti dal passaggio attraverso la chiesa.   L’intervento si è concentrato in tre zone chiave del complesso attraverso i seguenti lavori:
 

Recupero dell’unità ambientale della Sala Capitolare;

Recupero del lato del chiostro adiacente alla chiesa con creazione dell’ingresso all’area museale comprendente la Sala Capitolare, la Sacrestia monumentale e la Cappella Portinari;

Restauro conservativo della facciata e del fianco della Basilica.

PROGETTI SIMILI